giovedì 24 novembre 2011

Domenica 20 novembre: i sentieri di Celle Ligure (Sv)

Ecco le foto:







































































giovedì 17 novembre 2011

Domenica 20 novembre: i sentieri di Celle Ligure (Sv)


Accompagnatori: Lele (3281766866) / Delfina (3383116452)

Ritrovo:
Piazza Coppi Serravalle Scrivia ore  0830
Partenza:
0840
Trasferimento:
mezzi propri
Itinerario:
sentieri di Celle Ligure
Dislivello/Sviluppo:
500 m circa /  Km. 15 circa
Tempi di Percorrenza:
 
Difficoltà:
media
Pranzo:
libero
Rientro Previsto:
 18.,30  (teorico)
Equipaggiamento:
Mountain Bike, Casco, camere di scorta.
Termine Iscrizioni:
Sabato 19 novembre
Note:


Gita mediamente impegnativa, adatta quindi a chi abbia un minimo di allenamento per via di alcuni saliscendi presenti lungo il percorso. Saremo ampiamente ripagati dal bel panorama che si gode dalle alture di Celle.

Note di viaggio. Uscita casello autostradale di Celle Ligure. Ritrovo parcheggio adiacente Stazione Ferroviaria ore 10.00



















.
L’associazione non risponde per danni ai partecipanti privi di iscrizione e di attrezzatura ed abbigliamento adeguato.





lunedì 10 ottobre 2011

Domenica 16 ottobre: Madonna della Guardia (Ge)




La Madonna della Guardia sul percorso della vecchia Guidovia.
Dislocazione: Alture di Genova ( Ceranesi - Bolzaneto )

Accompagnatori: Delfina (338 3116452) / Lele (328 1766866) / Alberto (328 6637070)

Ritrovo:
Piazza Coppi  - Serravalle Scrivia  ore  9.00
Partenza:
9.10
Trasferimento:
Mezzi propri
Itinerario:
Gaiazza  – Madonna della Guardia – Gaiazza
Dislivello/Sviluppo:
500m circa /  Km. 18 circa
Tempi di Percorrenza:
   4  ore effettive + soste.
Difficoltà:
MC / MC   ( cross country medio )
Pranzo:
Al sacco
Rientro Previsto:
 19.00    (teorico)
Equipaggiamento:
Casco, camere di scorta, abbigliamento a strati.
Termine Iscrizioni:
Sabato 10 ottobre 2011 .
Note:


La partenza avrà luogo dalla frazione di Gaiazza del comune di Ceranesi, Dall’uscita autostradale di Genova Bolzaneto proseguire in direzione di Campomorone (lato sinistro del fiume Polcevera). Oltrepassato il centro commerciale dell’Aquilone svoltare a sinistra, seguendo le indicazioni verso la località Gaiazza.
Proseguire per circa 4 km in salita prima di arrivare alla zona di partenza.
Arrivati con le auto alla frazione Gaiazza, si parte dal vistoso portale in ferro ove comincia con il tratto sterrato il percorso della ex guidovia. Si inizia in salita, qui la pendenza è costante e mai eccessiva, cercando di districare le gomme tra il cemento e la ghiaia. Il percorso è anche accessoriato di attrezzature ginniche, pannelli esplicativi e panche con tavoli. Superando altre volte l'asfalto e percorrendolo anche per pochi tratti arriviamo in uno slargo attrezzato con panchine e giochi per bambini. Continuiamo a seguire i "binari" di cemento della guidovia salendo sempre nel bosco fino a superare due brevi gallerie ( non serve la pila ). Si prosegue ancora fino ad incrociare la strada provinciale che sale da Bolzaneto proprio nei pressi della Cappella dell'Apparizione dove comincia il "mitico" pavè! Qui la pendenza raddoppia e sono poche centinaia di metri che però si fanno sentire, ma il piazzale della Guardia è lì vicino.
Il rientro avverrà sul percorso dell’andata.

Gita complessivamente mediamente impegnativa, adatta quindi a chi abbia un minimo di allenamento, senza dimenticare che le soste durante la salita saranno frequenti, sia per riprender fiato, sia per ammirare il superbo panorama che pian piano salendo si offre agli occhi !! L’ambiente è tranquillo e si viaggia sovente immersi fra i boschi che fanno da corona al monte Figogna. Dal piazzale del santuario, meteo permettendo, superba vista panoramica.
E’ prevista la possibilità di una merenda al rientro a Gaiazza in un caratteristico locale del posto( focaccia esagerata )

PS: In alternativa alla discesa sul percorso dell’andata, esiste la possibilità di scendere anche utilizzando la vecchia mulattiera ( sentieri FIE due bolli rossi ) che parte dal piazzale est della Guardia e scende vs Gaiazza intersecando più volte il percorso della guidovia ( percorso difficile ed impegnativo ).
















Il presente calendario potrà subire variazioni in relazione alle condizioni meteo.
L’associazione non risponde per danni ai partecipanti privi di abbigliamento adeguato ed iscrizione


lunedì 5 settembre 2011

Domenica 11 settembre: Ponte Nizza - Varzi (Pv)


    

COORDINATORE

ACCOMPAGNATORE

3383116452 (LELE -DELFINA)

DIFFICOLTA’
T
DISLIVELLO
180 METRI
TEMPO DI PERCORRENZA
4 ORE
MEZZO DI TRASPORTO
AUTO + BICI

LUOGO RITROVO
SERRAVALLE SCRIVIA – PIAZZA COPPI  ORE 8,30
RITROVO ALTERNATIVO
PONTE NIZZA PIAZZA DELLA EX FERROVIA ORE 09,45


LOCALITA’
VALLE STAFFORA
ITINERARIO
PONTE NIZZA – CECIMA- SAN PONZO - VARZI
PRANZO
A VARZI  BAR, RISTORANTI  IN ALTERNATIVA PRANZO AL SACCO
EQUIPAGGIAMENTO
CONSIGLIATO CASCHETTO E ABBIGLIAMENTO DA BICI


NOTE DI VIAGGIO E GITA















SERRAVALLE - TORTONA – SALICE TERME PROSEGUIRE SS 461 PER  VARZI FINO A PONTE NIZZA
L’ITINERARIO COMPIE UN BREVE ANELLO LUNGO I DUE VERSANTI DELLA VALLE BAGNATA DAL TORRENTE STAFFORA; PROSEGUE POI SUL VERSANTE IDROGRAFICO DI DESTRA SUL TRACCIATO DELLA EX FERROVIA VOGHERA-VARZI. IL PERCORSO SI SVOLGE SU PISTA CICLOPEDONALE ASFALTATA, MASSICCIATA FERROVIARIA, STRADE CAMPESTRI O SECONDARIE E UN TRATTO DI STRADA STATALE.

PARTICOLARITA’:
IL VILLAGGIO DI SAN PONZO E’ LEGATO AL NOME DELL’EREMITA EVANGELIZZATORE DELLA VALLE. LA CHIESA E’ ANTICA COME IL PAESE: RISALE AL XI SECOLO, MA FU RIPRESA NEL 1435 INGLOBANDO L’ORIGINARIO BATTISTERO.
IL CENTRO STORICO MEDIOEVALE DI VARZI MERITA UNA VISITA. DAPPERTUTTO SI RESPIRA ARIA DEL PASSATO: OTTO SECOLI DI STORIA DOCUMENTATI DALLE TESTIMONIANZE DELLE SUE CHIESE, DELLE SUE TORRI,DEL SUO CASTELLO.




lunedì 30 maggio 2011

Domenica 5 giugno: CICLABILE DELLA VAL BREMBANA


       

COORDINATORE

ACCOMPAGNATORE

3383116452 (DELFINA) – 3286637030 (ALBERTO)
ANGELO
DIFFICOLTA’
T
DISLIVELLO
180 METRI IN SALITA
TEMPO DI PERCORRENZA
4 ORE
MEZZO DI TRASPORTO
AUTO + BICI

LUOGO RITROVO
SERRAVALLE SCRIVIA – PIAZZA COPPI  ORE 7,30
RITROVO ALTERNATIVO
AUTOGRILL  DORNO AUTOSTRADA MILANO ORE 08,30


LOCALITA’
BASSA VALLE BREMBANA (BERGAMO)
ITINERARIO
DA ZOGNO A PIAZZA BREMBANA LUNGO L’EX FERROVIA BERGAMO-PIAZZA BREMBANA
PRANZO
IN CORRISPONDENZA DI TUTTE LE LOCALITA’ ATTRAVERSATE CI SONO BAR, RISTORANTI AREE DI SOSTA  E FONTANELLE, IN ALTERNATIVA PRANZO AL SACCO
EQUIPAGGIAMENTO
CONSIGLIATO CASCHETTO E ABBIGLIAMENTO DA BICI


NOTE DI VIAGGIO E GITA















DA SERRAVALLE ENTRARE IN AUTOSTADA PER MILANO, PROSEGUIRE PER BERGAMO SULLA TANGENZIALE OVEST,  USCITA DALMINE. SEGUIRE SS 470 VALLE BREMBANA USCIRE A ZOGNO.

ITINERARIO LINEARE CON PARTENZA DA ZOGNO E ARRIVO A LENNA PASSANDO PER SAN PELLEGRINO TERME, SAN GIOVANNI BIANCO E CAMERATA CORNELLO.
PERCORREREMO TRATTI CON FONDO ASFALTATO O STERRATO SU UNA VIA VERDE CHE SI SNODA TRA LE ACQUE BLU DEL FIUME BREMBO E I VERDI BOSCHI DELLA VAL BREMBANA




giovedì 5 maggio 2011

Domenica 8 maggio: i sentieri di Laigueglia (Sv)

Accompagnatori: Delfina (377 1276909) / Lele (338 3116452) / Alberto (328 6637070) 


Ritrovo:
Piazza XX Novi Ligure  ore  10.00
Partenza:
10.10
Trasferimento:
Auto
Itinerario:
Alture di Laigueglia
Dislivello/Sviluppo:
400 m circa /  Km. 20 circa
Tempi di Percorrenza:
 
Difficoltà:
media
Pranzo:

Rientro Previsto:

Equipaggiamento:
Mountain Bike, Casco, camere di scorta.
Termine Iscrizioni:
Sabato 9 maggio
Note:



Percorso adatto a tutti, anche se si richiede un minimo di allenamento ( e di adattamento a qualche breve tratto impegnativo))

Descrizione itinerario: dal casello autostradale di Andora proseguire per Laigueglia e parcheggiare prima di entrare in paese. Superando una breve salita in parte asfaltata saliremo al piccolo borgo di colla Micheri e proseguiremo in costa sulle alture in direzione Alassio con ritorno sullo stesso percorso fino al borgo e discesa su Andora.



Si prega di comunicare in anticipo la propria partecipazione al fine della miglior organizzazione possibile degli equipaggi.




giovedì 21 aprile 2011

mercoledì 13 aprile 2011

Domenica 17 aprile: Pedalando nel parco del Ticino, da Bereguardo a Morimondo


Dislocazione : Parco del Ticino lombardo - Zona Bereguardo (Pavia).

Accompagnatori: Delfina (377 1276909) / Lele (338 3116452) / Alberto (328 6637070)

Ritrovo:
Piazza XX Settembre  - Novi Ligure  ore  8.20
Partenza:
8.30
Trasferimento:
Mezzi propri
Itinerario:
Bereguardo ponte barche – Motta Visconti - Besate – Morimondo. Rientro col percorso inverso
Dislivello/Sviluppo:
100m circa /  Km. 50 circa
Tempi di Percorrenza:
   5  ore effettive + soste.
Difficoltà:
TC / TC   ( cross country facile )
Pranzo:
Al sacco
Rientro Previsto:
 19.30    (teorico)
Equipaggiamento:
Casco, camere di scorta, abbigliamento a strati.
Termine Iscrizioni:
Sabato 16 aprile .
Note:


La partenza avrà luogo dal ponte di barche sul ticino di Bereguardo , raggiungibile dall’uscita dell’autostrada Ge-Mi – A7 - di Pavia / Bereguardo, e da lì in circa 6km.( dalla piazza al centro del paese di Bereguardo prendere a sinistra in direzione Ticino )

L’escursione sarà caratterizzata da due ambienti, sempre all’interno del parco fluviale del Ticino, il primo più selvaggio a contatto diretto del fiume ed immerso in una fitta vegetazione, il secondo leggermente più antropizzato e che attraversa i primi campi coltivati limitrofi alla fascia fluviale, fino a raggiungere la pregevolissima abazia Cistercense di Morimondo ricca di notevolissimi pregi storico – architettonici e visitabile.
In loco presenti possibilità di bar e ristori.
L’impegno non sarà elevato, così come gli aspetti tecnici del percorso, fatta salva la lunghezza che sarà di una certa rilevanza.
Trattasi comunque di gita tranquilla, svolta a ritmi turistici allo scopo di ammirare le bellezze del paesaggio e di godersi la pace della natura attraversata.
In definitiva gita adatta a chi voglia riprendere la pratica della MTB in ambiente tranquillo ed immersi nello splendido biotopo del parco Fluviale del Ticino.
Chi non se la sentisse di effettuare l’intera escursione può valutare l’opzione di trovarsi invece che al ponte di barche di Bereguardo al porticciolo fluviale di Motta Visconti in zona denominata Guado della Signora ( ampia possibilità di parcheggio e presenza di luoghi di ristoro ), riducendo così l’escursione di circa 20 km.